.
Annunci online

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


29 marzo 2018
POLITICA
CITTADINO PRODUTTORE

Cittadino produttore


Ancora non abbiamo un governo e siamo ben lontani dall'avere il famoso reddito di cittadinanza che Beppe Grillo butta la palla più in là pubblicando un post nel quale si immagina una sorta di reddito universale,  o reddito di base incondizionato, percepito da tutti per diritto di nascita, a prescindere dal fatto che uno lavori o no.

Personalmente sospetto che anche il reddito di cittadinanza, in un paese dove ci sono vaste aree nelle quali non c’è domanda di lavoro (in altre parole non ci sono posti di lavoro disponibili) potrebbe trasformarsi in un aiuto assistenzialista di breve respiro.

Il reddito universale proposto da Grillo (con un riflesso più da futurologo che da politico) si basa sul presupposto che si producono anche troppi beni (e questo è assolutamente vero) e che lavoriamo troppo in proporzione alla reale incidenza e produttivitá del nostro lavoro (e anche questo è vero).

Il corollario di questa teoria (ma questa è una mia deduzione) è che, essendo ancora necessario l’intervento dell’uomo nella produzione, nella societá del futuro (in particolare in un paese economicamente e culturalmente povero) si creerebbero due caste: la prima che partecipa alla produzione ed ha in mano le chiavi della tecnologia, della scienza e, indirettamente, dell’ informazione e della cultura; la seconda composta da meri consumatori con una mentalitá parassitaria, che perderebbero ogni stimolo al miglioramento per sé e per i propri figli e che, forse, sarebbero spinti a procreare per percepire un maggiore numero di redditi.

Forse.

Ma forse sto andando fuori dal seminato. Forse sono di malumore e ho dormito male. Forse sto facendo fantascienza. Forse.

sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE