.
Annunci online

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


13 agosto 2018
POLITICA
PRIMA LE DONNE E I BAMBINI

PRIMA LE DONNE E I BAMBINI

Continua la lotta del nostro prode governo contro gli immigrati e le ONG che, accogliendoli a bordo delle proprie navi, salvano loro la vita. Ora: salvare vite umane è un'attività generalmente ritenuta meritoria, ma questa gente viene trattata dal nostro governo come un branco di criminali. Salvare vite umane è diventato un crimine.

Ciò accade con l'approvazione di un'opinione pubblica che esprime commenti entusiasti sui social network, plaudendo alla durezza spietata con cui il Ministro dell'Interno affronta il problema dei migranti.

Anche questo è segno della diffusione di un'ideologia, che è nei fatti razzista e che si nutre di violenza verbale nei confronti degli immigrati, fino al punto da considerare con soddisfazione le sofferenze che vengono loro inflitte.

Non è un problema da poco, per questo credo che valga la pena spenderci qualche parola.

A bordo della Aquarius e dele altre navi delle ONG trovano rifugio bambini piccoli e donne incinte. Ora, chiunque abbia passato qualche ora in un traghetto passeggeri sovraffollato (magari senza aria condizionata, come è successo a me) può farsi una pallida idea di quale sofferenza possa essere, per un bambino piccolo o per una donna incinta, restare su una nave, inadatta al trasporto di passeggeri per una settimana o più.

Sia ben chiaro: capisco che si richieda un aiuto agli altri paesi europei, anche se non è vero che non fanno niente: la Germania nel 2017 ha dato protezione a 325.370 profughi - leggasi trecentoventicinquemila; sempre nel 2017 l'Italia era terza nell'Unione Europea avendo dato protezione a circa un decimo dei profughi accolti dalla Germania.

Capisco anche coloro che chiedono politiche dell'immigrazione più efficienti e ordinate o, perfino, più restrittive.

Capisco tutto, ma non riesco a capire quelli che, di fronte alla decisione di lasciare donne incinte e bambini in alto mare esultano come se fosse una vittoria.

É moralismo? Sono considerazioni retoriche?

Sarà, ma preferisco essere moralista e retorico che accettare supinamente la sofferenza di donne e bambini. Sarò un po' all'antica, ma sono fatto così.

E poi: se a bordi di quelle navi ci fossero le nostre mogli o i nostri figli? Se al posto loro ci fossimo noi?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. immigrati ong aquarius navi salvini

permalink | inviato da long fellow il 13/8/2018 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE